Niente avviene nel corpo che il cervello non sappia!

Da questo concetto, soltanto apparentemente semplice, parte la formazione di Cerifos per i prossimi due anni. Ne parliamo con il Presidente di Cerifos, Dott. Samorindo Peci.

“Conoscere il ruolo del cervello in ogni aspetto del funzionamento del corpo umano permette di acquisire un approccio dinamico per la corretta diagnosi, il trattamento e la riabilitazione delle malattie acute, croniche e degenerative”, inizia il Dott. Peci.

“La malattia è sempre il risultato di una vita di interazioni con gli altri e con l’ambiente che caratterizzano la persona al suo interno e al suo esterno, ma niente succede al corpo senza che il cervello lo sappia. Soltanto la conoscenza approfondita della fisiologia e della patologia può far comprendere ragione e  fine della malattia che ben poco ha a che vedere con ciò che l’uomo si racconta, crede o immagina. La malattia ha un senso biologico determinato dalle funzioni cerebrali che si esplicano nella funzione suprema di garantire la vita, al meglio delle sue potenzialità”.

L’esperienza clinica dei docenti dello staff di Cerifos, affiancati da esperti del settore,  punta a rendere gli allievi capaci di elaborare modelli operativi innovativi che permettano di vedere e trattare in un’ottica globale tutti quegli squilibri che per prassi vengono relegati all’ambito disciplinare delle singole specialità e lo fa partendo dal cervello.

La scuola, diretta dal Dott. Massimo Caliendo,  fornisce agli allievi un quadro logico che ben si adatta alla specificità delle competenze individuali, in quanto esso rappresenta una visione globale di salute e malattia.  E questa visione globale non è dettata da un credo, ma dalla funzione cerebrale, verificata in vent’anni di esperienza clinica dei docenti.

“L’allievo imparerà ad individuare le fasi funzionali della malattia per poterne indicare la prognosi, ad analizzare gli esami di laboratorio per capire la strategia del cervello, a valutare l’effetto di ogni suo atto terapeutico, prescrittivo, alimentare e sportivo quale risposta armonica al dettato cerebrale fino al concetto e alla pratica della riabilitazione funzionale secondo il modello Cerebro, alla continua scoperta del senso biologico della malattia e della sua risoluzione. Il tutto sulla base del progresso delle neuroscienze che permettono oggi di supportare scientificamente ciò che prima potevamo soltanto constatare con l’empirismo”, prosegue il Dott. Peci.

L’allievo imparerà un vero e proprio processo di capovolgimento diagnostico, perché tutto il ragionamento per arrivare ad una diagnosi veramente bio-logica non può che partire dal cervello, da come il cervello vede e organizza il funzionamento degli organi e dei sistemi di regolazione, di come il cervello esplica la sua funzione in un’ottica globale.

“Tutti gli argomenti, spiega il Dott. Caliendo, vengono analizzati attraverso la lente dell’embriologia, della filogenesi, della patogenesi, del neurometabolismo e della neuropsicologia per comprendere in maniera neuroscientifica le malattie che più affliggono la nostra società. Per fare questo occorre condividere un linguaggio specifico, basate su definizioni condivise, tipiche di questo campo di conoscenza.

La formazione si estende su due annualità con due settimane full immersion all’anno inframmezzate da un tutoring in cui il partecipante sarà affiancato ad uno dei docenti per elaborare con lui un piano di tirocinio personalizzato e di condivisione di casi clinici.

Questa formazione conferisce 50 Crediti ECM all’anno per le figure professionali di: Medico Chirurgo, Biologo, Odontoiatra, Farmacista, Infermiere, Dietista, Fisioterapista, Psicologo, Logopedista.

Per maggiori informazioni cliccare qui: Scuola di Neuroscienze 2019

tag#slide

Share.

About Author

Vera Paola Termali

Giornalista scientifica, direttore responsabile di Medicina di Frontiera

Comments are closed.

Privacy e Cookies: Questo sito utilizza Cookies. Continuando a utilizzare questo sito web, si accetta l'utilizzo dei Cookies. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi